Seguici su Facebook Seguici su Twitter

Le 7 tipologie di giocatori di poker online

Giocatori virtuali in una poker roomChi sa già un po' come funziona il mondo del poker online, probabilmente conosce già le tipiche dinamiche di questo gioco. Dopo anni ed anni di perfezionamenti, le migliori applicazioni di poker (attraverso piattaforme online da computer, smartphone o tablet come Poker Stars, Zynga Poker o altri software) hanno svezzato una generazione di giocatori di poker sempre più agguerrita. Soldi veri, soldi finti, tecniche di gioco e teorie basate sulla statistica e le posizioni di gioco. C'è di tutto, con questo articolo vogliamo però smorzare un po' i toni ed individuare, in maniera semiseria e un po' "stereotipata", i profili comportamentali più "estremi" tra i giocatori nel poker online. Questi ultimi, almeno una volta nella loro "carriera" pokeristica, si sono trovati di fronte ad un giocatore che puntava ripetutamente le proprie chips, in maniera a volte sfrontata e, apparentemente, poco produttiva. Lo abbiamo chiamato Crazy Raise (o Bluffatore d’assalto). Quest’esemplare purtroppo molto diffuso, tende ad andare in All-in nelle prime mani di gioco (sia che si tratti di torneo, sit & go, heads up eccetera) o comunque puntare molte chips.

  • PRO: Ad esempio in caso di Sit & Go, aiuta a “sfoltire” il numero di giocatori presenti velocizzando il ritmo di gioco, ed in caso di bluff può rivelarsi uno tra i primi giocatori ad uscire.
  • CONTRO: può rivelarsi molesto.

L’Anti Raise. Il nome la dice lunga: questo è infatti il tipico giocatore che, al contrario del Crazy Raise, indipendentemente dal valore delle sue carte, tende spesso a fossilizzarsi in maniera passiva limitandosi a fare check o call, senza mai esporsi più di tanto e abbandonando spesso la mano foldandola, in caso di raise da parte di altri giocatori.

  • PRO: con questo tipo di giocatore è possibile permettersi qualche bluff.
  • CONTRO: alcune volte il comportamento di questo tipo di giocatore può rivelarsi ambiguo ed in certi casi, l’Anti Raise può trasformarsi in Crazy Raise senza preavviso. In queste situazioni è consigliabile procedere con cautela.

Un’altra figura che in quest’ambito di gioco è possibile trovare è l’Easy Fold (il Foldatore), giocatore ambiguo da non confondere con l’Anti Raise: esso infatti per scarsa conoscenza del gioco o per pigrizia (non lo sapremo mai), folda le sue carte nelle prime mani senza motivi apparenti e senza che nessuno abbia puntato.

  • PRO: con un giocatore del genere solitamente si può bluffare quanto e come si vuole senza conseguenze degne di nota, ma attenzione:
  • CONTRO: chiunque nel poker può avere assi nella manica ed anche al cosiddetto Easy Fold può capitare di avere le carte vincenti.

L’abbiamo ribattezzato Crazy Call (o aspirante smascheratore di bluff) ed è il giocatore che generalmente rischia più di tutti e nella maggior parte dei casi viene fatto fuori nelle prime mani. Il motivo è semplice: il suo intento è quello di smascherare presunti bluff, ma senza avere carte vincenti sottomano.

  • PRO: in alcuni casi, smaschera il Crazy Raise di turno permettendo agli altri giocatori di acquisire informazioni importanti.
  • CONTRO: non sempre ma in alcuni frangenti, chi smaschera un bluff “ha il bluff nel sangue” e di conseguenza è in realtà un Crazy Raise (leggere sopra)

Il Crazy Check (o camaleonte). Sembra strano a dirsi, ma anche nell’ambito dei “check” è possibile celare insidie. Il giocatore Crazy Check ha spesso e volentieri buone carte, ma non punta per non creare sospetti agli avversari, salvo poi “improvvisare” dei finti bluff o rilanciare sulle puntate degli altri. Per difendersi da questo tipo di giocatore occorre la massima attenzione ed una scarsa predilezione per i bluff.

  • PRO: solitamente ti permette di arrivare al turn indisturbato.
  • CONTRO: Se non lo identifichi in tempo, puoi rischiare di sottovalutarlo e cominciare a perdere chips.

Figura certamente ambigua e di dubbia finalità, è quella dell’Assente. Questo giocatore tende infatti a far scadere il tempo massimo a disposizione con estrema facilità e i motivi possono essere circoscritti a due (tralasciando gli ovvi possibili motivi tecnici ed errori di connessione): Qualcuno ha contropuntato il suo bluff e per non foldare esplicitamente, ricorre alla maniera più indiretta per eseguire il fold, forma di protesta verso puntate troppo alte ed immotivate.

  • PRO: Quasi nessuno
  • CONTRO: Fa perdere tempo

Altra forma più sottile e subdola di Assente è quello ScassaPazienza: Il Poker, si sa, è un gioco che fa della pazienza un ingrediente fondamentale per poter vincere. Di conseguenza, gli Assenti Scassapazienza si limitano a sparire per un po' (naturalmente entro i limiti: su ogni piattaforma di poker è concesso un numero limitato di Azioni Scadute dovute all’esaurimento del tempo massimo), salvo poi puntare anche molte chips (effetto “sorpresa”) che possono indurre gli avversari ad optare per il call, pur di provare a “far fuori” l’ “Assente”.

  • PRO: Giocatore molto raro.
  • CONTRO: Imprevedibile, i suoi effetti "sorpresa" se ben costruiti possono rivelarsi decisivi negli heads up.

AVVERTENZE D'USO: le tipologie sopra descritte non hanno alcuna valenza teorica, e sono da considerarsi semplici riflessioni in chiave ironica su alcuni comportamenti "estremi" nell'ambito del poker online.