Seguici su Facebook Seguici su Twitter
Aggiornato al 31/07/2018

Qual è il vantaggio del banco nel Blackjack

Nel blackjack, come in tutti gli altri giochi da casinò, è presente un vantaggio a favore della casa da gioco ben determinato che si protrae per tutta la durata della partita. Questo vantaggio, ben prevedibile, viene espresso in forma percentuale e di solito ci si riferisce ad esso come "vantaggio del banco".

Tale percentuale rappresenta la piccola porzione della puntata del giocatore che verrà incassata mediamente dal casinò, ad ogni mano. Ad esempio, se si sta facendo una mano al blackjack live, che supponiamo abbia un vantaggio del 4%, allora ciò significa che la percentuale di ritorno al giocatore (RTP) è del 96%. Traducendo in termini di monetari, vorrà dire che ogni volta che il giocatore punterà 100 euro al tavolo con i dealer dal vivo, otterrà indietro 96 euro, mentre il casinò avrà un profitto di €4.

Però, è bene porre l'attenzione sul fatto che queste percentuali si riferiscono a dei calcoli puramente teorici, i quali presuppongono che l'utente giochi seguendo meticolosamente la strategia base del blackjack.

È importante ricordare che questi conteggi esprimono una media statistica e quindi non un dato sicuro, in quanto è possibile che un giocatore puntando €100 perda tutto, mentre un altro effettuando sempre €100 di puntata vinca €92. In questo esempio calzante la percentuale del 4% è perfettamente confermata, se la guardiamo dal punto di vista del casinò, in quanto la casa da gioco ha incassato €100 dal primo giocatore, mentre ne ha persi €92 dal secondo e quindi il suo profitto netto su due giocatori è stato di €8 (100 - 92), che in media corrisponde a €4 per ogni giocatore che scommette €100, cioè proprio il 4%.

Il numero di puntate

L'esempio sopra però ci dice anche che la verdicità sulla percentuale che esprime il vantaggio del banco si applica ad un numero elevato di puntate. Infatti, supponiamo di giocare al Blackjack Surrender di snai che ha un RTP molto alto, addirittura del 99.66%, cioè il vantaggio del banco è solo dello 0.34%. Allora, se facciamo una sola puntata di €100 cosa potrà accadere? Potremmo:

  1. Perdere €100
  2. Vincere €100
  3. Vincere €150 (se si fa Blackjack)
  4. Pareggiare, quindi senza vincere o perdere niente
  5. Dividere vincendo €200 oppure pareggiando oppure perdendo €200
  6. Raddoppiare vincendo €200 o perdendo €200 o andando in parità

Come potete notare in nessuno di questi casi si perdono €0.34 che sarebbe il vantaggio del banco per il Blackjack Surrender di Snai. Infatti, è impossibile perdere €0.34 con una puntata di €100, di conseguenza la matematica non funziona quando si giocano poche mani. Quante mani dobbiamo giocare allora per far sì che il banco ottenga il vantaggio dichiarato? La legge dei grandi numeri non enuncia un numero esatto, ma possiamo affermare con certezza che se giocassimo 1 milioni di mani seguendo la strategia base potremmo essere sicuri di perdere lo 0.34% del nostro budget, ma anche con 100.000 mani giocate ci andremmo molto vicini.

Come calcolare il vantaggio del banco

Il gioco del blackjack ha mille varianti e altrettanti modi di giocare (online, dal vivo, in un vero casinò). Questo vuol dire che non si può affermare con certezza che il vantaggio del banco nel blackjack sia del 5%, ad esempio, perché la percentuale dipende da molti fattori come: il numero dei mazzi utilizzati nel sabot, se il dealer tira o si ferma con un soft 17, se il giocatore può raddoppiare dopo una divisione, se si può raddoppiare con qualsiasi carte o solo con alcune, e tante altre regole. Allora, come si fa a determinare con esattezza il payout per ogni variante?

Se si gioca a Blackjack online il nostro compito è facilitato, poiché l'AAMS impone a tutti i casino online certificati di pubblicare le percentuali di vincita. Quindi, come si determina il vantaggio del banco? Basta andare nell'help del gioco e cercare la parola RTP oppure ritorno al giocatore. Di solito, la pagina di aiuto di ogni gioco è molto lunga perché spiega tutte le regole del blackjack, quindi vi conviene effettuare una ricerca per le due parole che vi abbiamo suggerito, senza leggere tutto, in modo da arrivare subito al numero in questione. Ricordate sempre che questa percentuale è valida, come abbiamo già detto all'inizio, solo se seguite la strategia base. Se basate le puntate sul vostro intuito, dal punto di vista statistico, il banco avrà un margine ancora maggiore.

Se si gioca al Blackjack dal vivo, la situazione è analoga al blackjack on-line, perché anche questi giochi sono monitorati dall'AAMS e devono sempre rispettare le regole dei Monopoli di Stato, quindi anche in questo caso, bisogna individuare la pagina di aiuto o quella delle probabilità di vincita per visualizzare la percentuale a favore del banco.

Infine, se si gioca in un vero casinò le cose si complicano, perché non abbiamo nessuno che ci possa indicare il vantaggio del banco. Siamo costretti a calcolarlo da soli in base alle regole che disciplinano la variante di Blackjack che andremo a giocare. Fortunatamente, esiste un sito americano molto famoso Wizard of Odds che calcola la percentuale in questione, in base alle regole utilizzate nel tavolo da gioco. Dovrete quindi chiedere al mazziere, oppure osservare l'andamento del gioco sul panno verde, per scoprire tutte le regole che goveranano la variante che state per affrontare.

In generale

Il vantaggio del banco, da un punto di vista generale, varia tra il 2% e il 5%. Se si usa la strategia base, la percentuale si riduce intorno al 1% proprio come abbiamo visto per il Blackjack Surrender di Snai, ma da un punto di vista generico quasi tutti i blackjack online sono intorno a questi numeri (1%). Se il vantaggio del banco è più alto non giocateci, perché naturalmente non vi conviene. Cercate di mettervi sempre in una posizione favorevole. Che senso avrebbe giocare al blackjack online con un vantaggio del banco del 2%, quando ce ne sono altri, come Snai, che lo offrono al 0.34%?

Un'altra domanda che dovrebbe nascere spontaneamente è: come mai i casino online offrono il blackjack con un RTP così alto? La risposta è semplice, perché il casinò sa che molti giocatori o sono ignoranti in materia oppure si lasciano trasportare dalle proprie emozioni, non approcciando il gioco da un punto di vista puramente matematico (la strategia base) e di conseguenza le loro scelte favoriranno sicuramente il mazziere.

Le regole migliori per giocare

Come abbiamo dimostrato sopra, la probabilità a favore del banco è influenzata da molti fattori, in particolar modo dalle regole che formano la variante del blackjack che andremo a giocare. Dato che risulta una gran perdita di tempo, analizzare l'help di ogni gioco di blackjack aams, diamo un'informativa sulle regole che dovrebbero essere scelte per diminuire il vantaggio del banco, così già a prima vista è possibile stabilire se quella variante di blackjack ci conviene oppure no.

Ecco le regole che quindi aumentano il vantaggio del giocatore:

  • Meno mazzi di carte ci sono e meglio è per il giocatore. A prima vista sembrerebbe strano perché tanto il rapporto tra carte alte e basse è sempre lo stesso sia che si usa un mazzo sia che se ne usino 8. La risposta sta nella probabilità di fare blackjack. Se si gioca con un solo mazzo mazzo di carte e si riceve un asso, le possibilità di fare blackjack sono del 31.37%, mentre con 8 mazzi è del 30.84%. Quindi meno possibilità di fare blackjack comporta un aumento della probabilità di vincita a favore del banco.
  • Il dealer deve fermarsi con qualsiasi 17. Si potrebbe pensare che quando il mazziere è costretto a tirare con un soft 17, abbia maggiori possibilità di sballare ed infatti è proprio così. Ma ciò non significa che la regola sia buona per il giocatore, infatti nei casi in cui il banco non sballa, la sua mano migliora drammaticamente per i giocatori al tavolo che con molta probabilità perderanno la mano. L'incremento a favore del banco in quest'ultimo caso è dello 0.2%.
  • Raddoppio dopo lo split. Grazie al quale si può sottrarre lo 0.15% dalla percentuale a favore del banco.
  • Raddoppiare con qualsiasi carta toglie al casinò lo 0.2%.
  • Dividere dopo una divisione fino a 4 volte abbassa il vantaggio del banco del 0.05%.
  • Surrender cioè arrendersi senza giocare la mano perdendo solo metà della posta.

Perché il casinò ha un vantaggio matematico?

Abbiamo sempre dato per scontato il vantaggio del mazziere sul giocatore, ma ci siamo mai chiesti il perché? Eppure, quando la mano finisce in parità il dealer ci restituisce le fiches puntate senza alcuna perdita, da parte nostra. Ebbene, il vero privilegio della casa da gioco è costituito dal fatto che è sempre lo scommettitore a giocare per primo e quindi se quest'ultimo sballa, allora il casinò incassa la sua puntata, anche nel caso in cui il banco dovesse sballare. In pratica, se entrambi (giocatore e dealer) sballano, allora il mazziere vince. Dato che un giocatore sballa in media il 28% delle mani, allora questo privilegio del banco è notevole ed impatta considerevolmente sulla percentuale a favore del casinò.